Enter your keyword

Come nasce un grande vino, il Romantico

Come nasce un grande vino, il Romantico

Come nasce un grande vino, il Romantico

Il Romantico è nato diversi anni fa, stavamo cercando un vino per ampliare la nostra gamma di rossi in bottiglia in quanto avevamo solo due versioni di Rosso Piceno, il Fontana Fullon (Rosso Piceno d’annata) e il Rosso del Poeta (Rosso Piceno affinato in barrique). L’altenativa all’ottimo Rosso Piceno non poteva che cadere su un vino a Indicazione Geografica Tipica (Marche IGT) che ci offriva la possibilità di creare un eccellente vino partendo da uve di qualità selezionata  ma senza vincoli di vitigni e di percentuali, dopo un accurata selezione dei vitigni (nostra caratteristica essenziale per un vino di qualità descritta in questo articolo) la scelta è caduta sul Cabernet Sauvignon  e il Montepulciano , due vitigni che danno il suo meglio in una vigna nel paese di Petritoli, il loro blend rende il vino forte e deciso grazie al Montepulciano ma delicato e profumato grazie al Cabernet Sauvignon, la lavorazione delle uve avviene in diverse fasi, raccolta a mano delle uve, diraspamento e pigiatura, poi le uve vengono fatte fermentare per circa 20 giorni nei fermentini di piccola capienza poi avviene la svinautura manuale   il vino poi viene affinato in barrique  per 12 mesi dove effettua la fermentazione malolattica, una volta imbottigliato, viene fatto maturare altri 6 mesi in bottiglia  prima di essere messo in vendita. Una volta scelto il vino lo studio si è spostato sul nome da dargli, un nome accattivante, che rimane in testa e che sia facilmente assimilabile dai clienti e importatori stranieri, la scelta è caduta sul nome Romantico, semplice chiaro e sicuramente non passa inosservato, dopo la prima edizione durata circa 5 anni, abbiamo fatto un restyling completo, dalla bottiglia all’etichetta ed è nata la bottiglia attuale. Dalla bottiglia attuale ne è nata un altra versione particolare per San Valentino (quale vino migliore per questa festa?). Un giusto mix tra ottimo vino, bottiglia, etichetta particolare e nome azzeccato ne hanno decretato il successo in Italia, adesso inizia a muovere i primi passi all’estero, il cuoco stellato norvegese Svein Jæger Hansen  in visita a Tipicità ne è rimasto stregato, piano piano sta conquistando la Cina, infatti prossimamente lo vedremo nella città di  Guangzhou.

Non vi resta che assaggiarlo…

Insieme a mio fratello rappresentiamo la terza generazione di produttori di vino, affiancati da nostro padre portiamo avanti il sogno di nostro nonno, produrre un buon vino al giusto prezzo

Articoli correlati

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.