Cenni storici

Campofilone è immerso nel verde della collina Marchigiana, situato sulla destra del fiume Aso, a soli 3 KM dal mare.
Giulio Amadio nella Toponomastica Marchigiana ne farebbe risalire il nome “Campus Fullonus” a un possesso o uno stabilimento di tintori o lavandai dell’età liburnica (VII sec. a.C); dai ritrovamenti di tombe Picene e altri reperti archeologici conservati nel museo di Ancona, si può anche indicare la presenza Picena già nel VII-VI secolo a.C. Come dimostrano due monumentali reperti di età imperiale (un serbatoio idrico a pianta longitudinale e un tratto di consolare adriatica a spina di pesce), la presenza romana ben si radicò e articolò sul territorio; in epoca repubblicana (III sec. a.C.) Campofilone era passo obbligato per quanti dalla vicina colonia di Cupra si recavano alla colonia di Fermo e viceversa.
Il centro storico nasce intorno ad una importante e ricca Abbazia benedettina dedicata a San Bartolomeo Apostolo, che viene costruita sui resti di una villa romana e di un tempio pagano, e da questa si sviluppa l’incasato che intorno al XIII sec. d.C. diventò libero comune sottoposto dal XIV sec. d.C. alla giurisdizione di Fermo. Infatti lo stemma del paese, il leone rampante con la spada e la fascia dorata su trimonzio in campo azzurro, simboleggia il potere comunale nell’amministrare la giustizia (la spada) insieme all’ordine religioso (trimonzio in campo azzurro) e la divisione e la responsabilità nel rispetto compiti dei due poteri (fascia dorata).

(fonte: Pro Loco Campofilone)

3 commenti

Trackback e pingback

  1. Idee Regalo: il porta bottiglie | Cantina Di Ruscio
    [...] Cenni storici [...]
  2. Sagre paesane nelle Marche | Cantina Di Ruscio
    [...] Cenni storici [...]
  3. Cantina delle Marche, visita in cantina e assaggio prodotti | Cantina Di Ruscio
    [...] Cenni storici [...]

Lascia un Commento